yalıkavak Escort Didim

PC VS Mac: chi è il migliore?

Microsoft contro Apple, PC VS Mac. Due mondi a confronto nella nostra guida che cerca di fare chiarezza sulla domanda che un po’ tutti ci siamo posti: mac o pc? Quale scegliere?

PC VS Mac

 

PC VS Mac: un po’ di storia

Per tornare alle origini di Microsoft ed Apple bisogna fare un bel passo indietro, precisamente agli anni 1975/76.

I due fondatori di spicco furono gli ormai noti Bill Gates e Steve Jobs, che con le loro idee brillanti e infinite capacità di fare business si apprestavano a rivoluzionare il mondo scrivendo pezzi di storia indelebili per tutto il panorama tecnologico/informatico.

Per non entrare troppo nei dettagli e non perderci nel passato (in fondo siamo qui per capire quale sistema scegliere nella lotta PC VS Mac) facciamo un balzo alla storia più recente: inizio del 2000.

Nel 2001 la Apple commercializza il nuovo sistema operativo Mac Os X (precedentemente Mac Os) e nel 2006, durante il tradizionale Keynote del Macworld Expo, Steve Jobs presenta i nuovi iMac e MacBook Pro con CPU Intel, abbandonando di fatto la tecnologia dei processori PowerPC.

Al fronte opposto c’è la Microsoft che si appresta a costruire le basi per tutti i suoi futuri sistemi operativi, rilasciando sul mercato, anno 2001, il nuovissimo ed acclamatissimo sistema operativo Windows XP. Nel 2006 è tempo del nuovo Windows Vista, criticato ma venduto comunque in larga scala, seguito dal recentissimo (2009) Windows 7.

Ad oggi (2015), i sistemi operativi più recenti sono Windows 8 (in attesa di Windows 10) e OS X Yosemite.

La “lotta” iMac vs pc va avanti da decenni: da sempre ci si pone la domanda “pc o mac, mac o pc”…bene, è arrivato il momento di fare chiarezza: vi lascio alla parte della guida più concreta!

PC VS Mac: hardware

PC VS Mac

Mettendo a confronto un PC Windows ed un Mac sul piano strettamente hardware, abbiamo uno scontato vincitore:

l’hardware dei sistemi equipaggiati di SO Windows sono nettamente superiori (a parità di prezzo, ma non solo) di quelli del mondo Apple.

Se da una parte abbiamo la “potenza bruta” (Windows), dall’altra abbiamo una maggiore attenzione ai dettagli e una migliore ottimizzazione della “macchina”. C’è da dire che, se da una parte l’importante è il risultato finale, ovvero il modo in cui gira il sistema, senza intoppi né rallentamenti, d’altra parte è innegabile come i componenti montati su un qualsiasi Mac di fascia medio-alta si trovino su un pc Windows di fascia entry level (allo stesso prezzo, come vedremo più avanti). Possiamo concludere dicendo che lo scontro hardware PC VS Mac è ampiamente a favore dei sistemi di casa Microsoft, nonostante nell’ultimo periodo ci sia stato comunque un buono upgrade prestazionale da parte della Apple.

Mac o pc per avere un hardware più performante? Meglio il PC

PC VS Mac: design e materiali

PC Vs Mac

 

Parlare di design e materiali costruttivi è molto semplice per la “mela”, un po’ più complicato per i sistemi Windows.

Qualsiasi Mac, dal più economico al più costoso, gode di una qualità costruttiva e di un design senza eguali: attenzione per i dettagli, materiali di qualità e design ricercato sono da sempre un vero e proprio marchio di fabbrica “made in Apple”.

Se parliamo di Windows, ci troviamo a dover analizzare una grande e vasta gamma di case che producono i loro pc (Acer, Asus, Dell, HP, MSI etc. etc.) o, per la stragrande maggioranza di sistemi fissi e non portatili, ci ritroveremo a dover valutare un pc assemblato dall’utente, con case, schermo e periferiche varie di diverse marche. Difficile quindi dare una valutazione a quest’ultima soluzione, ma nello scontro Pc VS Mac in ambito design in linea di massima possiamo far pendere l’ago della bilancia a favore di Apple: una vera certezza e punto di riferimento per estetica e qualità costruttiva.

Mac o Pc per avere un Design più curato e materiali qualitativamente superiori? Meglio il Mac

PC VS Mac: sistema operativo

Uno degli aspetti più importanti da valutare nel confronto mac o pc è quello del sistema operativo. Qui emerge una caratteristica fondamentale che diversifica in maniera netta e decisa i 2 sistemi operativi: Microsoft adotta un sistema operativo più “aperto”, che ha il compito di “girare” su una quasi infinita e variegata componentistica, composta dalle centinaia di case produttrici disponibili sul mercato tecnologico/informatico. A queste si aggiungono anche le società produttrici di periferiche esterne, rendendo il compito dei vari SO Windows non proprio semplicissimo, ed a volte lo si nota (crash, problemi di configurazione etc. etc.). L’ottimizzazione su questa larga scala è, si, riuscita a Microsoft, ma qualitativamente e prestazionalmente è nettamente inferiore a quella attuata da Apple. Vediamo perché.

La differenza sostanziale tra i due sistemi è che, come abbiamo letto sopra, Windows ottimizza per tantissime variabili, mentre Apple ha un sistema operativo “chiuso”, dove tutti i componenti e le periferiche sono standardizzate e permettono di lavorare su una quantità minima di soluzioni. Il risultato è straordinario: a parità di hardware, l’ottimizzazione Apple restituisce all’utente una sensazione di maggiore “fluidità” del sistema, quindi meno intoppi, meno rallentamenti, caricamenti più veloci e in generale maggiore reattività nell’uso giornaliero del fisso/portatile.

C’è da aggiungere a tutto ciò che nel caso si volesse installare Windows in una partizione del Mac, lo si potrebbe fare molto agevolmente, con una difficoltà davvero bassa ed un risultato finale veramente buono. Nel caso in cui la stessa operazione la si volesse intraprendere a parti invertite (installando il sistema del Mac sul PC Windows), il livello di difficoltà aumenterebbe vertiginosamente ed il risultato finale non sarebbe certamente idilliaco (passatemi il termine).

Sicurezza

Quante volte avete sentito la frase “i Mac non hanno virus”? No, non è un’affermazione veritiera.

“i Mac non hanno virus” No, non è un’affermazione veritiera

Sbandierare il fatto che i Mac siano immuni ai virus è un mito sfatato più volte.

In realtà i Mac sono vulnerabili a virus e malware, forse addirittura quanto lo è il sistema Windows.

La differenza sostanziale sta nel fatto che hacker e cracker attaccano con più frequenza il sistema di casa Microsoft rispetto a quello della Mela: questo perché Microsoft detiene un bacino di utenza decisamente più elevato rispetto alla concorrenza, rendendo la creatura di Bill più appetibile per i pirati informatici. Per quanto concerne la sicurezza del sistema operativo, la spunta comunque il Mac, ma con molti meriti attribuibili a fattori esterni al codice del sistema operativo stesso.

Compatibilità

Un’altro fattore importante per valutare la bontà di un sistema operativo è senza dubbio la compatibilità che esso ha verso applicazioni (programmi) e periferiche di terze parti.

In questo caso, non credo sia necessario scrivere PC VS Mac, in quanto il sistema Windows vince su tutti i fronti a mani basse.

l’ OS di casa Apple è sigillato, blindato, estremamente chiuso ed è strutturato per funzionare al meglio con determinate applicazioni esclusive Mac OS X. C’è da dire che negli ultimi anni la Mela ha cambiato un po’ strategia, aprendo sensibilmente ai programmi e soluzioni di “terze parti”, ma purtroppo i problemi di compatibilità con moltissimi programmi, più o meno diffusi, restano una triste realtà.

Discorso completamente diverso per Microsoft: l’OS è aperto e orientato all’ottimizzazione per qualsiasi programma “esterno”, non ponendo (quasi) alcun limite agli sviluppatori.

Performance/ottimizzazione

Come accennato ad inizio articolo, l’OS di casa Apple è ottimizzato al meglio per i componenti e l’intero sistema Mac: questo rende il sistema chiuso, ma lo trasforma in una macchina super ottimizzata, capace di ottenere prestazioni sbalorditive anche con hardware non potentissimo. Non c’è alcun dubbio: nello scontro prestazionale/di ottimizzazione del SO, l’attuale OS X Yosemite la spunta senza tanti problemi.

PC VS Mac: videogames

PC VS Mac

Un discorso a parte va fatto per il panorama videoludico, mettendo subito in chiaro una cosa:

se una delle vostre passioni è videogiocare, non potete che scegliere un PC!.

Il parco titoli disponibile per PC è vastissimo ed in continuo aumento, grazie anche alla rivoluzionaria imposizione sul mercato del fenomeno Indie games. Sulla piattaforma Mac i titoli (di qualità) scarseggiano o nel migliore dei casi arrivano con ritardi abnormi (anche diversi anni). Insomma, se amate videogiocare con mouse e tastiera la scelta è una e unica: prendete un PC.

Se il discorso “parco titoli vastissimo” non vi ha convinto (ma non credo, visto che è una priorità per un gamer), c’è da aggiungere anche il discorso hardware di cui parlavamo precedentemente: un videogioco necessita di “forza bruta”, specialmente nei componenti grafici, e tutto ciò può offrirlo solamente un PC (a meno che non abbiate diverse migliaia di euro da spendere per la creatura di Jobs, ma anche in quel caso, difficilmente raggiungerete il livello prestazionale dell’hardware di un pc da 700/800,00 euro).

Mac o PC per il videogiocatore? No, non scherziamo, il confronto in questo caso non regge minimamente: PC!

PC VS Mac: se qualcosa non funzionasse più?

Mai sentito il discorso “non è tanto acquistare un’auto, è mantenerla!”?

Se prendiamo in prestito quest’affermazione dal mondo automobilistico e la applichiamo al ramo informatico, avremo una verità indiscutibile: se, scaduta la garanzia, sfortunatamente un componente dovesse “tirare le cuoia”, potreste dovervi trovare a sborsare una bella quantità di denaro (se avete un Mac) o potreste cavarvela scegliendo uno dei tanti componenti presenti sul mercato a prezzi che variano dall’abbordabile al costoso (PC).

Il discorso è sempre lo stesso: un componente specifico (approvato) Apple sostituisce un componente specifico (approvato) Apple, mentre su PC un componente Y può essere sostituito da un componente a scelta tra A fino a Z: avete un intero alfabeto da cui poter attingere!

Come insegna la legge del mercato, quando si hanno diverse soluzioni tra cui poter scegliere si ha una concorrenza tra le case che porta il prezzo ad essere più appetibile ed il mercato hardware non è di certo immune a questa ovvietà.

C’è da aggiungere inoltre che i sistemi Mac sono più complessi da smontare/riparare/riassemblare e in media quest’ultimi hanno tempi di riparazioni più lunghi rispetto ad un PC.

PC Vs Mac in ambito assistenza/costi, chi la spunta?

PC, PC ed ancora PC! Se il vostro contratto lavorativo non è a tempo indeterminato…puntate su PC! (Si scherza è, ma neanche troppo!).

Mac o PC per contenere i costi di riparazione? Meglio il PC!

PC VS Mac: sono un musicista!

Ci sono settori specifici in cui un programma può davvero fare la differenza e spostare l’ago della bilancia a favore di un SO: uno di questi è la creazione di musica.

Molti aspiranti o professionisti musicisti/DJ hanno scelto la piattaforma Apple per dar vita ai propri lavori e questa non può essere solamente una casualità. E’ risaputo che molti effettuano questa scelta per “sentito dire” o semplicemente per “moda”, ma la bontà di alcuni programmi esclusiva Mac per questo settore è davvero encomiabile. Lo stesso discorso non deve però essere associato al video editing o alle attività legate alla fotografia: qui possiamo affermare che non ci sono “né vincitori né vinti”, in quanto entrambe le soluzioni hanno programmi di elevatissima qualità, con la sola differenza che con Windows molti di questi programmi sono open source (termine quasi sconosciuto alla Mela).

PC VS Mac: dotazione iniziale

Quando si acquista un Mac, a differenza di un PC Windows, si ha una vasta gamma di programmi (qualitativamente eccelsi) installati di base:

GarageBand, iMovie e Photo Booth per citarne alcuni.

Non c’è che dire, la Apple mette a disposizione fin da subito artiglieria pesante e lo fa gratuitamente (il costo di questi programmi non sarà mica già compreso con l’acquisto salato del nostro Mac?), rendendo interessantissima l’offerta dei software preinstallati sulla nostra macchina.

dotazione

Windows lascia il sistema operativo quasi nudo e crudo, ma l’open source è divagante in casa PC e scaricare programmi di qualità senza pagare un centesimo non sarà affatto difficile. Nonostante ciò, qualche programma di spessore preinstallato sarebbe di sicuro gradimento per tutti gli utenti PCisti!

Mac o PC per avere un parco software eccellente preinstallato? Meglio il Mac!

PC VS Mac: chi è il migliore?

Partendo dal presupposto che questa guida non è il vangelo, e che non si vuole scatenare una guerra tra felici possessori di Mac e felici possessori di PC, bisogna tirare un po’ le somme e decretare un vincitore.

Quando si acquista una “macchina di calcolo” (termine retrò che ha sempre il suo bel fascino), occorre valutare diverse caratteristiche. Tra le più importanti ho scelto:

Ottimizzazione, qualità costruttiva, compatibilità, prestazioni hardware e rapporto qualità/prezzo.

Vediamo insieme dove la spuntano i 2 SO a confronto e chi, secondo webcultura.it, è il “migliore”, assegnando un punteggio compreso tra 0 e 10 per ognuna delle caratteristiche sopra elencate:

PC VS Mac ottimizzazione PC  7/10 Mac 10/10
PC VS Mac qualità costruttiva PC  8/10 Mac 10/10
PC VS Mac compatibilità PC  9/10 Mac  6/10
PC VS Mac prestazioni hardware PC 10/10 Mac  8/10
PC VS Mac rapporto qualità/prezzo PC 10/10 Mac  6/10

 

Totale PC:  44/50 – compatibilità – prestazioni hardware – rapporto qualità/prezzo

Totale Mac 40/50 – ottimizzazione – qualità costruttiva 

Mettendo a confronto le 5 caratteristiche scelte, secondo webcultura.it, il PC risulta essere la macchina migliore, con un punteggio totale di 44 su 50, distanziando di 4 punti la controparte Apple.

Nello scontro PC VS Mac, quindi, il nostro vincitore è il PC Windows, che gode di una compatibilità e di una vasta gamma di software senza eguali, un rapporto qualità prezzo formidabile ed una generale potenza hardware maggiore rispetto alla concorrenza.

La Apple non esce certo a mani vuote, aggiudicandosi a pieni voti le caratteristiche “ottimizzazione del sistema” (fiore all’occhiello) e “qualità costruttiva” (da sempre il massimo su ogni punto di vista, qualitativo e di design).

PC VS Mac: considerazioni finali

Abbiamo analizzato diversi aspetti, giocato con i numeri e buttato un occhio alla storia dei due marchi informatici più potenti e conosciuti del mondo, ma la scelta finale spetta sempre all’utente:

chi sia il migliore dei due SO/sistemi/”mondi” lo sa soltanto la persona che farà l’acquisto quando si chiederà “a cosa mi serve questo PC/Mac?”, “Cosa devo farci?”.

Siate più razionali possibili e non fatevi trasportare dall’amico fan boy o dal cartellone pubblicitario: state per fare un investimento più o meno cospicuo, ragionate bene sull’utilità del sistema che andrete a scegliere basandovi sulle vostre reali necessità.

Spero che questa guida vi sia stata utile e sia servita a fare un pò di chiarezza sulla questione PC VS Mac!

PC VS MAC: consigli per gli acquisti (aggiornato 2016)

La mia guida ti ha orientato verso una scelta? Voglio semplificarti la vita, ecco i migliori notebook windows e mac, per trasformare il pc vs mac in “pc e mac”!

HEY! Guarda la guida definitiva sull’acquisto notebook e MacBook! Aggiornata ogni mese con i migliori portatili per fascia di prezzo! La trovi qui: guida all’acquisto del portatile per fascia di prezzo

Notebook (Windows)

pc vs mac asus 554

Puoi acquistarlo al miglior prezzo su Amazon Asus X554LA-XO1236D (circa 400,00 freedos)

  • Processore Intel Core i3
  • Intel HD Graphics 5500 (integrata)
  • 500 gb hard disk
  • 4 gb di ram ddr3
  • FreeDos (Disponibile anche con Windows)

 

 Asus X555UB

Puoi acquistarlo al miglior prezzo su Amazon Asus X555UB (circa 500,00 euro)

  • Processore Intel Core i5 di 6° generazione
  • Nvidia GeForce GT 940 2 GB
  • 500 gb hard disk
  • 4 gb di ram ddr3
  • 2x USB3.0
  • Windows 10

asus

Puoi acquistarlo al miglior prezzo su Amazon Asus K550JF-XX002H   (circa 700,00 euro)

  • Processore Intel Core i7 Quad Core
  • Nvidia GeForce GT 930 2 GB
  • 500 gb hard disk
  • 4 gb di ram ddr3
  • windows 8.1 (aggiornabile a Windows 10)

Acer VN7-591G
Puoi acquistarlo al miglior prezzo su Amazon Acer VN7-792G Aspire V Nitro  (circa 1.200,00 euro)

  • diverse configurazioni disponibili

pc vs mac msi notebook

Puoi acquistarlo al miglior prezzo su Amazon MSI Gaming GS60 2QE (circa 2.000,00 euro)

  • Processore Intel core i7
  • NVIDIA GeForce GTX 970M
  • 1 TB hard disk + 256 gb SSD
  • 16 gb di ram ddr4
  • Windows 8.1 (aggiornabile a Windows 10)

Mac

pc vs mac macbook

Puoi acquistarlo al miglior prezzo su Amazon Apple MacBook Pro 13″ (circa 1.100,00 euro)

  • Processore Intel i5 dual-core a 2,5 GHz
  • Intel HD Graphics 4000
  • hard disk 500GB
  • 4GB di RAM a 1600MHz

 

Siate più razionali possibili e non fatevi trasportare dall’amico fan boy o dal cartellone pubblicitario

Vi ricordo che potete seguirci su Facebook, Twitter e lasciare un commento qui sotto se avete domande o semplicemente volete dire la vostra.

Roberto Gianpiero Protano

53 Comments

  • Bah! I Mac sono senz’altro dei notebook stupendi quanto a design, ma costano TROPPO per quello che offrono (per non parlare di tutte le limitazioni). Faccio un semplice raffronto tra uno dei Mac attualmente più costosi e il mio Santech:

    Caratteristiche MacBook Pro 15″

    display Retina 2880×1800
    Processore: I7-2860QM 2,5GHz (del 2011)
    16GB di SDRAM
    Unità flash PCIe da 512GB
    Gafica: AMD Radeon R9 M370X con 2GB di memoria dedicata
    2 porte usb 3.0, bluetooth wifi ecc. ecc. ecc.
    PREZZO: € 2.849,00

    Caratteristiche del mio Santech C47 da 15,6″:

    Display UHD 4K 3.840×2.160
    Processore: i7-6700HQ 2,60 GHz Quad Core (del 2015)
    16GB di SDRAM
    Unità 512 GB SSD Samsung 850 PRO
    Grafica: NVIDIA GeForce GTX 970M 6,0 GB dedicati
    Lettore biometrico integrato, 3 porte usb 3.0, bluetooth, wifi ecc. ecc. ecc.
    PREZZO: € 1.948,00

    1000 euro in meno per un prodotto decisamente superiore (per non parlare della elevatissima qualità costruttiva della Santech).

    Non credo ci sia altro da aggiungere.

    • Sul piano prettamente hardware, come detto anche nell’articolo, una piattaforma Windows è sempre superiore a parità di prezzo 🙂
      I Mac hanno il sistema operativo ottimizzato ad hoc per i propri pc (essendo un sistema chiuso), e forse regalano più stabilità, ma concordo nell’affermare che sul piano della potenza hardware il pc è una spanna avanti!

      • 800 per un Asus u7 Nvidia 820m e 4 Gb di Ram, più 500Gb di HDD.

        Beh, display orribile, costruzione orribile, prestazioni indecenti, rotto dopo 2 anni, disco morto.
        Lentezza di caricamento, cose che funzionano, batteria che si scarica dopo neanche 40 minuti, bla bla bla e windows, che come sempre, fa e farà schifo (per i motivi che ho già elencato e non voglio scrivere un altro vangelo).

        MacBook Pro 13″
        Pagato 1000€ grazie a uno sconto direttamente da Apple.

        Display Retina, qualità ottima, a detta di uno che fa grafica, certo, guardando lo schermo da molto vicino, cioè incollandoci gli occhi, si vedono i pixel, ma comunque, usato da una distanza di neanche 10cm l’impressione è ottima, per non parlare dei colori e del resto.

        Prestazioni:
        Partendo dall’accensione, che come in ogni computer Windows, dura anni, su Mac non dura neanche 20 secondi, se non il tempo di inserire la password.
        Nonostante debba decriptare il disco, ci mette pochissimo.
        Anche se alla fine il mac puoi anche non spegnerlo.

        Apertura applicazioni:
        Photoshop, Premiere Pro, After Effects (su entrambi + altri) FCP Compressor e suite Apple (su Mac).
        In ogni caso, il mac apre istantaneamente le applicazioni, Windows no, solo dopo qualche minuto.

        Crash:
        Non parlo neanche, con tutto il tempo che windows mi ha fatto perdere appresso ai crash, quando il mac non è ancora mai crashato.

        Trackpad:
        Molti diranno, che ce frega del trackpad? Invece devo dire che da quando ho un MacBook, ho buttato il vecchio mouse da gaming, perché anche un mouse da gaming non è al pari del trackpad force.

        Autonomia:
        Con un uso continuo di browser e applicazioni varie, più photoshop o after effects ogni tanto, il Mac mi fa tranquillamente 12ore, con un uso rilassato (browser più altro) anche 20, senza usare niente (qualche giorno, non ci ho mai provato).

        Virus e rotture varie:
        Mai riscontrato nessun problema su Mac, niente pubblicità niente rotture niente, mentre su Windows se andavi sul sito giusto ci stavi minimo qualche giorno a togliere tutto.

        Insomma, dov’è finito l’hardware dei PC e il prezzo ragionevole? Basta essere obbiettivi, prendete un mac da un prezzo, prendete un PC dallo stesso costo, vedrete che vince Mac in tutto, anche nelle prestazioni.

        Il sistema non è chiuso, apparte che è Linux, ne ho già parlato nel commento in fondo.

    • Se avessi davvero usato il tuo Mac, sapresti bene che c’è differenza, è che, ammeno che la tua priorità non sia Steam, è meglio Mac.

      • Un’ottima argomentazione… poi però ti imbatti in persone tipo me, che usano pc da 20 anni e non hanno mai avuto nessun tipo di problema e… una domandina dovresti fartela 😀
        Nell’articolo c’è la mia opinione personale, può piacere o meno, non voglio convincerti che i pc sono meglio (anche perché, da come l’hai presa “a cuore”, sarebbe impossibile!) 😉
        Have a nerd day!

        • Poi incontri una persona tipo me che usa il pc dal 1985, si è preso tutte le certificazioni Microsoft e nel 2004 è passato a Mac perchè è “altra categoria”.
          have a nerd day cucciolotto!

          • E’ disarmante leggere commenti da fan boy come questi 😉
            Vuol dire essere schiavi di un marchio, totalmente assurdo.
            E’ bene ricordare che Microsoft e Apple sono aziende che fatturano soldoni a non finire, non hanno bisogno del fan boy di turno per vendere di più 😉
            Have a Nerd Day, Paolo.

        • A me è morto un pc HP da 600 e passa euro finita la garanzia, 2 anni e mezzo dopo averlo comprato. Usato assai ma sempre ottimamente: scheda madre bruciata. Difetto di fabbrica (è successo a tutte le persone che conosco che avevano comprato quel pc) nessun soldo indietro. 600 euro buttati

          Ho preso un Toshiba a 500 euro
          Sta per partire, inizia a spegnersi da solo dopo 5 anni e mezzo che ce l’ho. Usato assai, sempre tenuto bene, alzato sulla piattaforma, ecc ecc

          Se avessi speso 1200 euro per il mac, penso che avrei avuto ancora quello senza piagne. Ora non so che fine farà questo pc e se dovrò prenderne un altro

  • Sto leggendo molti articoli ma mai nessuno parla di grafica…. cosa mi consigliereste?

    ….io attualmente utilizzo la suite Adobe su PC.

    Grazie.

    • Per la grafica vanno bene entrambe le piattaforme, dipende dal contesto: se lavori in un team che usa Windows ti conviene usare Windows (stessa cosa per Mac)… Fai le tue considerazioni anche in base alla comparativa fatta qui sopra, ma per la grafica basta assicurarsi di avere una buona scheda video 😉
      Io attualmente uso un sistema Windows con GPU dedicata e non ho problemi con Adobe. 😉

      • La scheda video non serve mostruosa, visto che la suite per grafica 2d usa OpenGl per l’accelerazione grafica e non i cuda di nvidia o altro, quello che conta sopratutto sono processore, ssd, e ram, poi certo una scheda video più potente non può far mare, ma si sfrutta sopratutto in ambito 3d.

  • Il Mac ha un’alta qualità prezzo, lo dimostra questo articolo: https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=5&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwi7lOC8wdTNAhVIAxoKHdEjDhoQFgg-MAQ&url=http%3A%2F%2Fwww.webnews.it%2F2015%2F10%2F15%2Fibm-supporto-tecnico-mac%2F&usg=AFQjCNFkdoRqfFNUo6TIaNnGDaQVN_51vA&sig2=HigUkWvBEnxQmkPhHRFuhQ. All’inizio un Mac sarà anche più caro, ma considerando che non richiede antivirus a pagamento, che in assistenza andranno molto poco, e che dopo qualche anno si potranno rivendere quasi al prezzo originale, mentre un pc, dopo qualche anno bisogna svenderlo senza guadagnarci niente..

  • Io ho sempre usato Windows… Nessun problema (apparte alle casse, comunque niente di che). Da tanto tempo ammiravo Mac perchè lo vedevo veloce, fluido. Poi, oggi mi ritrovo a casa di un mio amico che mi fa provare il suo Mac… Se per ogni download da internet devo inserire la password, mi meraviglio molto. Addirittura alcuni file non te li fa neanche scaricare

    • Ciao Alessandro,
      beh, calcola che i Mac hanno un sistema molto più chiuso e rigido rispetto ai pc Windows.
      Se ti trovi bene con i “comuni” pc… resta fedele alle tue scelte 🙂
      Io uso notebook Windows da anni ormai e, come te, non ho mai avuto grossi problemi 😉

  • I pc rispetto a qualsiasi Mac hanno un hardware che, sulla carta, è molto più potente, è vero. Ma uno dei pregi dei Mac (e anche dei dispositivi portatili) è che quasi tutti i componenti interni sono progettati da Apple e costruiti secondo specifica da terzi e non semplicemente comprati dal costruttore X e messi dentro un case sperando che tutto funzioni. Vedi gli SSD. Raggiungono velocità inarrivabili per i pc, perché utilizzano un connettore proprietario. E il lavoro d’integrazione hardware/software non è poca cosa, ha dei costi, ma permette di avere machine estremamente performanti anche con un hardware che apparentemente non lo è troppo.
    E la batteria che, nei Macbook, a seconda del modello, arriva a 12H di autonomia?
    Poi comunque, l’hardware da solo non fa nulla, serve un software a guidarlo. Conviene investire nel software piuttosto che nella mera forza bruta.
    OS X oggi non è più cosi chiuso come una volta e i Mac sono gli unici computer a poter far girare qualsiasi OS e, paradossalmente, Windows è più stabile sui Mac.
    Menzione speciale se la merita il trackpad. In vetro, non plastica, supporta una quantità di gesti multitouch che cambiano di molto l’esperienza d’uso e sono molto comodi.
    Per quanto riguarda i virus, è vero che i Mac non ne sono immuni, ma è anche vero che qualsiasi programma, per girare su Os x o iOs, deve essere scritto su un dispositivo Apple e che i due Os sono tra i più sicuri (se non i più sicuri) per loro natura e qualsiasi programma per girare deve ricevere l’esplicita autorizzazione dall’admin.
    I computer Windows, fatta qualche eccezione, sono tutti venduti pieni di versioni prova di programmi, alcuni anche inutili o pericolosi (Superfish). OS X ha solo i programmi elencati nell’articolo e tutti in versione completa, non trial.
    Un Mac usato si riesce a rivendere al prezzo di un pc entry-level nuovo.
    Per ultimo, quando si compra un Mac, ma in generale un prodotto Apple, si paga anche quella cosa chiamata Apple Store, dove tengono corsi per insegnarti ad usare i loro dispositivi, in qualche ora ti riparano/sostituiscono il dispositivo rotto e, all’acquisto, ti aiutano nella prima configurazione.

    • Ciao Alberto,
      i notebook variano molto in qualità dei materiali e autonomia della batteria.
      Ci sono Asus, Dell e HP da 1000,00 € in su che hanno materiali di primissima qualità e autonomia abbondante, anche di 12 ore (ora più ora meno).
      Per quanto riguarda l’S.O. e la sua ottimizzazione, il voto è ampiamente a favore dei prodotti Apple, ma anche avere un S.O. ottimizzato delle volte non basta (a parità di prezzo).
      Poi ripeto, ognuno ha le sue preferenze e fa le sue scelte 😉
      Grazie per aver commentato così dettagliatamente, è sicuramente un commento che da valore a questo articolo.

  • Buongiorno,
    sono in procinto di acquistare un notebook ma sono veramente veramente combattuto.
    Il mio utilizzo non prevede nulla di tecnico o professionale; principalmente lavoro con word excel scarico musica/film, email e internet.
    Le alternative che sto valutando sono:
    -HP Spectre 13-v002nl Notebook – Intel® Core™ i7-2,5 GHz, 4 MB di cache, 512 GB SSD
    -MacBook Air da 13” Intel Core i7 dual-core a 2,2GHz, 8GB di SDRAM, Unità flash PCIe da 512Gb

    Esteticamente mi piacciono entrambi (fose l’Hp un po’ di più).
    L’aspetto economico, trattandosi di un regalo, non e’ rilevante.
    Forse avendo sempre utilizzato PC vorrei cambiare e optare per il Mac, pero’ boh non so.
    Si accettano consigli o suggerimenti

  • Non sono d’accordo su un punto. Qualita costruttiva. La qualita di cotruzione di un prodotto non si basa solo sui materiali usati ma anche sulla funzionalità del prodotto stesso. Prendiamo il macbook air, un portatile da 1000euro che in estate non riesce a riprodurre un film perche in casa non avete il climatizzatore….assurdo. non è pensabile spendere 1000euro e il portarile soffre di problemi di surriscaldamento io questo lo chiamo pessima qualita di costruzione.

    • Ciao e grazie per aver commentato.
      Diciamo che il tuo punto di vista è condivisibile, infatti, anche se non specificato, è stato tenuto conto anche di questi fattori.
      In generale i Mac non hanno questi problemi, ovviamente però può sempre capitare di acquistare un’unità “difettosa” (cosa che giustamente non dovrebbe mai accadere, visto i prezzi proposti).
      Rimane il fatto che la qualità costruttiva di casa Apple è su standard elevati, questo è da riconoscerlo (parlando ovviamente in linea generale).

  • ma non si puo’ fare un confronto tra un pc ed un mac, e’ una cosa assurda E’ come paragonare una ferrari ad una fiat punto, sono due cose diverse Una e’ fatta con materiali costosi senza badare a spese e per ricchi, l’altra per la gente comune

    • Ciao Francesco,
      innanzitutto grazie per aver dedicato il tuo tempo alla mia guida.
      Su ciò che dici devo dissentire: è un pensiero a mio avviso sbagliato. Non esistono marche di notebook per “ricchi” e marche per “poveri”. A parte il classismo inappropriato, posso dirti che ci sono notebook HP o Asus che costano il doppio di un MacBook, ed hanno materiali di primissima qualità 😉
      Poi, per la serie “materiali al top con cifre umane”, dai un’occhiata all’ HP Spectre x360 13-4138nl 😉
      Buona navigazione.

      • se come dici tu non ci fossero marche di notebook per ricchi, allora ci sarebbero dei mac apple economici, e degli iphone a 50 euro Poi se questo classismo e’ presente in molti altri mercati, auto ma anche orologi, vestiti, cibo non si capisce perche’ non ci debba essere anche per i computer

        • Semplicemente la Apple ha deciso di improntare il proprio marketing in una certa direzione: la percezione che hai di questo brand conferma il buon lavoro che hanno svolto.
          Ripeto, ci sono notebook costruiti con materiali di primissima qualità (e l’HP che ti ho segnalato nel precedente commento è uno dei tanti), con la differenza che all’interno hanno anche un hardware molto performante (cosa che a parità di prezzo un Mac non ha MAI).
          Poi ovvio che ognuno ha i propri gusti personali e le proprie idee, ma parlando di fatti, un Mac da 3000,00 euro se confrontato con un notebook da 3000,00 euro, perde su tutti i fronti, tranne per l’ottimizzazione del S.O.
          Possiamo rimanere qui a parlarne fino a domani mattina… ma se un notebook è in fibra di carbonio… è in fibra di carbonio! Se poi ha uno schermo UHD IPS, buona autonomia e hardware della Nasa… il tutto sotto i 1.900,00 euro… beh, qualcosa vorrà pur dire 😉

          • Si, ma con questo non vuol dire che sia rivolta ai “ricchi”! 1500,00 euro per un MacBook, non stai acquistando un’auto sportiva da 70.000 euro! Il classismo non mi piace a priori: la ricchezza è soggettiva, dipende dal tenore di vita che hai. Uno può sentirsi ricco con 3.000 euro al mese o povero con 10.000 (perché magari era abituato a guadagnarne 100.000,00), senza contare che la “ricchezza” si misura anche con il tempo libero che hai. Tornando all’informatica, ripeto, ci sono notebook performanti, belli e con materiali di grande qualità… la scelta è personale. Non cadiamo nella “guerra” dei “fan boy” 😉 Anche perché, per essere chiari, ho avuto modo di lavorare su entrambe le piattaforme! Non disprezzo ne l’uno ne l’altro.

  • Volevo solo intervenire riguardo all’ultimo post.
    La ricchezza non è per nulla soggettiva anzi il contrario , è OGGETTIVA , perchè si parla di disponibilità e potere d’acquisto rapportati a diverse aree.
    Poi ok c’è il parametro soggettivo ma è un altro discorso,come anche quello del tempo.
    Per quanto riguarda il confronto fra un PC e un MAC , non c’è storia….stabilità,funzionalità e sicurezza,sono elementi fondamentali,sia nel lavoro che nel divertimento.Se si vuole perder tempo a configurare,”ripulire” e smanettare sui PC,lo si può fare … ma a conti fatti,quello che si sarà riuscito a fare a fine giornata sarà inferiore a quanto si sarebbe fatto su di un sistema Osx.Una menzione sui materiali e il design… attualmente le società che possono competere con Apple in questi termini sono Dell,Sony e forse HP ma sulla linea top di gamma.Le rimanenti sono ancora una spanna sotto,magari non come design ma come materiali utilizzati.

    • Per la questione ricchezza, come ho già ampiamente detto, non sono d’accordo, ma ognuno ha la sua visione 😉
      Per quanto riguarda “Pc VS Mac”, io utilizzo PC Windows da oltre 15 anni e non ho mai perso tempo a smanettare: non perdo le giornate dietro a Windows (altrimenti avrei già appeso il pc al chiodo e mi sarei dedicato alla coltivazione di barbabietola da zucchero xD) e la produttività è massima.
      Per i materiali in parte dico che hai ragione, ma di contro, non hai menzionato l’hardware, 2 spanne sopra alla Mela 🙂

  • oggi a 46 anni suonati la vedo in questi termini: da un po mi balenava linea…. (il prossimo computer passo a Mac ) franato da…. ma se poi non trovo compatibilità coi vecchi file , lavoro di oltre un ventennio … mi tiro addosso la zappa… e poi……
    bene!!! anno 2016 mi son rotto le palle scontento del lavoro di microsoft e della loro politica stantia… passo a Mac…
    contentissimo … ma chi pupo mai dire che… fra 3 o 5 anni possa ancora cambiare idea?
    ecco!!!! una persona intelligente non si fossilizza su questo è meglio di quello e resto fossilizzato su questo concetto..
    ad oggi ritengo che microsoft per le mie esigenze non mi soddisfa… be venga ogni antagonista che possa creare una libera scelta.. senza intrappolare il mio tempo!!!! quello è la cosa più preziosa che ogni essere umano ha!!!
    tutto è importante, nessuno è indispensabile!!!!
    siete d’accordo?

    • Ciao Vito,
      il tuo discorso sulla capacità di cambiare a seconda delle proprie necessità secondo me fila.
      Ovvio però che un minimo di confronto “base” si può però fare 🙂
      Comunque è giusto:
      ognuno sceglie la piattaforma più adatta alle sue esigenze 😉
      Per l’antagonista di questi 2 colossi… non credo se ne vedranno altri, almeno per i prossimi 10 anni 😀 (Linux escluso).

  • Che schifo windowsssss!!!!
    SOLO MAC!!! NON ESISTRE ALTROOO!
    NON RIECO PROPRIO A GUARDARLI I PC!!
    IL DESIGN, LE PRESTAZIONI, LA GRAFICA, LA VERSATILITA’, NON SE NE PARLAAAA!!

  • con un budget di 200€ o meno che notebook 17″ mi conviene comprare?
    un mac o un acer? da mediaworld ne ho visto uno con i3 4gb win10 wifi bletooth funzionante usb3 etc e mi ci salta fuori anche il mouse e la stampante jet,e mi regalano “battlefiel 1”.
    Nuovo ovviamente e con 2 anni di garanzia!

  • Scherzando ovviamente 🙂 OSX mountain lion sul mio asus del 2012 viaggia che è una meraviglia con vmware, sara l’i7 quadcore o gli 8gb o forse la scheda nvidia da 2gb dedicati o l’ssd samsung…boh!
    proverò a installarlo nativo settimana prossima ma in emulazione è già una bomba il SO apple.
    ah! lo scherzo era il post precedente

  • Mha, articolo il cui autore, mi pare palese, non ha mai realmente lavorato su Mac in ambito professionale.
    Seppur non posso far altro che confermare tante cose dette pro e contro i PC, denoto da tanti dettagli che su Mac si parla per presupposto, quasi come non se ne avesse mai provato uno. Chi lo dice ad esempio che su Mac non gira alcun OpenSource? Ma per favore… !
    Infine non si parla dell’ambito grafico dove il Mac ha sempre primeggiato: usa un PC e quando il catalogo và in stampa in tipografia, stai certo che i colori non saranno quelli che vedevi a monitor. Ma che ne sapete voi che quando col Mac si impaginava con Pagemaker, sul Pc girava si e no Windows 2 e voi stavate a puppare il biberon.

    Prima di arrampicarsi cercando di emulare Aranzulla, per cortesia, studiare sul campo.

    • Ciao “Don Rodrigo”,
      queste sono le mie sono personali opinioni.
      Ho avuto modo di lavorare sia su piattaforma Mac, sia su Windows (dove lavoro tutt’ora), e credo che il testo sopra scritto parli chiaro:

      “chi sia il migliore dei due SO/sistemi/”mondi” lo sa soltanto la persona che farà l’acquisto quando si chiederà “a cosa mi serve questo PC/Mac?”, “Cosa devo farci?”.

      Io personalmente trovo Windows più comodo, anche in ambito grafico.
      Tu puoi pensarla diversamente e non penso minimamente di farti cambiare idea, però un po’ più di educazione sarebbe gradita qui sopra 😉

      PS Aranzulla è un informatico, io mi occupo principalmente di SEO 😉
      Buona giornata

    • Guarda che se ti affidi al monitor per avere un risultato ottimale in fase di stampa, non sai di cosa parli. Ti consiglierei di leggerti qualche libro di Dan margulis dove scoprirai che lui, il massimo esperto del colore, dice che si può far effettuare una buona correzione del colore anche a chi i colori non li vede, a causa di non so quale patologia. Queste operazioni si fanno con i numeri, sia che si usi rgfb, lab, cmyk, e non con gli occhi.

  • È incredibile, ancora con questa storia che Windows è più “aperto”.
    La verità è che Windows non è più aperto di Linux, funziona diversamente. Più developers sono disposti a sviluppare alcuni tipi di app/programmi, per Windows. E principalmente questi programmi, sono i giochi.
    Nonostante questo ci sono giochi anche su Mac, ma appare questo. Ci sono dei programmi esclusivi per Mac che non ci sono per Windows, fidatevi, che i programmi esclusivi per Mac sono infinitamente migliori, di quelli esclusivi per Windows e non parlo solo della suite Apple da Pages a FCP, parlo di programmi, spesso gratuiti. Il fatto che Mac nasca con uno store, non significa che gli utenti siano obbligati ad usarlo, io uso Mac, e credo di aver installato un massimo di 2 applicazioni dall’app store, il resto proviene da Internet.

    La verità è che a molti Mac sta antipatico, perché? Questo non lo so.
    Quando invece Mac (giochi a parte) funziona molto meglio di Windows. Vogliamo mettere in discussione il fatto che Mac praticamente non crasha, mentre Windows lo fa ogni 5 minuti?
    Vogliamo parlare del design e delle funzioni? Forse Windows 10 avrà qualche funzione in più del 7 e dell’8, ma onestamente Mac è sempre meglio.

    Vogliamo parlare di come Mac sfrutti il suo hardware, visto che è vero che alla fine Mac ha mediamente un hardware minore di quello dei PC, ma bisogna anche pensare che il costo non ricade solo sull’hardware.
    Il prezzo è anche dovuto ai materiali da costruzione, un blocco di alluminio, finiture in vetro sul trackpad, sensori, SCHERMO RETINA 4K.
    Un display retina costa, più qualche centinaio di euro di SSD.

    Ma nonostante un processore a detta di molti meno performante, Mac riesce a far girare bene ogni tipo di applicazione, sempre. Non ha mai laggato, a differenza di un certo Windows.

    E poi, si spende molto di più con Windows, visto che un Mac ti dura anche 10 anni, un PC medio al massimo 2 anni, se non parliamo di Razer o marche dai costi molto più alti di Apple.

    Quindi, il prezzo del Mac è dovuto anche alla qualità e all’affidabilità del prodotto che si sta acquistando. So che molti risponderanno dicendo: Dici questo solo perché sei un Apple fan e bla bla bla. Ma non sono un Apple fan, sono uno che dopo tanto ha preso un Mac, e che non tornerà mai a Windows.
    (Giusto per dimostrare che non sono un apple fan, l’iPhone mi fa schifo ed odio iOS, quello è chiuso).

Rispondi