yalıkavak Escort Didim

Fare soldi online: consigli utili

E’ possibile guadagnare online? Ecco alcuni consigli per iniziare con il piede giusto!

Per intraprende l’avventura del “business online“, il primo passo naturalmente è capire cosa si vuole promuovere, quale argomento si vuole trattare per offrirlo al pubblico, in seguito apriremo il nostro portale (con blog annesso), magari anche con funzioni e-commerce (se vuoi vendere prodotti).

fare soldi online

Qual è il passo successivo? Naturalmente ottenere traffico di utenti interessati ai nostri prodotti/servizi. Senza traffico il tuo business è morto.. Ci sono in giro migliaia di bellissimi siti web (non sto scherzando, molti sono veramente ben fatti), però ottengono 10-50 visitatori al giorno, troppo pochi per creare dei guadagni, bisogna raggiungere obbiettivi di migliaia di persone al giorno per generare un business serio e duraturo.

In sostanza: più utenti visiteranno il tuo sito web, più guadagnerai! E’ un concetto logico, che avviene anche nei tradizionali negozi offline.

Purtroppo uno degli errori più gravi che una persona compie quando ha intenzione di avviare un’attività  di lavoro online è dedicarsi poco a generare traffico, ma spesso le energie vengono rivolte all’utilizzo di canali sbagliati.

Troppo spesso, quando chiedo alla gente: cosa usi per generare traffico? Mi rispondono, Facebook, faccio social media marketing!

Certo fare social media marketing va bene.. ma purtroppo dobbiamo informati che stai perdendo tempo, Facebook bisogna usarlo come canale secondario, il quale è più adatto ad interagire con il tuo pubblico, ma per generare traffico nuovo è veramente scarso…

Il 90% del traffico sui nostri business lo otteniamo grazie a Google, pochissima roba da Facebook..

Per far soldi, dedicati al SEO

Quindi, qual è il punto base per iniziare a fare soldi online? Avere traffico di utenti. Per avere traffico su un sito web è indispensabile fare SEO (search engine optimization), una pratica nata 18-20 anni fa’ (agli albori di Google) per permettere alle attività di avere maggiore visibilità online rispetto alla concorrenza.

Oggi in Italia vi è ancora molto spazio per ottenere buoni piazzamenti su Google, rispetto ad altri mercati (come quello Americano), per tanto una volta scelta la nostra nicchia, creato il nostro sito/blog, ora non ci resta che posizionarlo sui motori di ricerca, man mano inizieranno ad arrivare anche i guadagni!

In America le persone che guadagnano con un blog sono tantissime, si  stima che una cifra compresa tra le 50 e 60.000 persone riescono a guadagnare uno stipendio medio Americano (2300$), mentre quasi 5000 persone guadagnano cifre superiori ai 10 mila dollari. Anche in Italia ci sono migliaia di persone che stanno iniziando a racimolare sempre più profitti online.

Come i motori di ricerca determinano i risultati

I motori di ricerca hanno come compito quello di svolgere il loro lavoro nel miglior modo possibile, facendo riferimento agli utenti e a ciò che loro stanno ricercando attraverso delle keywords (parole chiave) e ai contenuti più rilevanti sul web, Google ha creato un business eccezionale (non ha caso è tra le aziende più ricche al mondo), se tu fornisci un ottimo contenuto su determinate parole chiave, Google ti fa’ salire sulle serp (i risultati di ricerca), ottieni visitatori e di conseguenza puoi ottenere guadagni.  Come determinano il tuo posizionamento?

  • SEO Onpage: tutti gli aspetti con i quali ottimizza la parte esterna di un sito web, o pagina.  Testo nella pagina,  titolo, alle descrizioni, meta tag, tag h, struttura del link interni, ecc..
  • SEO Offpage: quanto il tuo sito, o articolo, è linkato esternamente. Google ragiona cosi: “se più persone parlano di te (ti linkano) allora il tuo contenuto è importante”
  • Performance: determinano quanto il vostro sito è veloce e funziona in maniera corretta e affidabile.
  • Autorità: Il vostro sito ha contenuti buoni, abbastanza da collegare a voi altri siti al fine di utilizzarvi come punto di riferimento, citandovi nei vari articoli.

I motori di ricerca non sono stupidi!

I vari Spider dei motori di ricerca controllano la quantità di dati, quindi se state cercando di eseguire tattiche per raggirarli e imbrogliarli è probabile che tutto ciò non porterà dei risultati. Non utilizzate:

  • – Le Keywords stuffing: L’abuso di parole chiave sulle vostre pagine. Inoltre tutti i vostri articoli e contenuti dovranno essere farina del vostro sacco poiché Google è in grado di capire se state facendo un copia incolla o meno e per questo potrebbe anche bannarvi!
  • Links acquistati: quando si tratta di SEO l’acquisto di link non vi porterà da nessuna, quindi state attenti.
  • Links innaturali: cerca di creare un profilo di link naturali, ad esempio troppi link in poco tempo è un comportamento innaturale e a rischio di penalizzazione.

Conosci il tuo modello di business – Content is king

Il contenuto è  il RE, più sarai esperto, più sarai apprezzato agli utenti e Google se ne accorgerà!

Conoscere il proprio business è molto importante, più sarete informati più otterrete dei risultati.  Molte sono le persone che tendono a non sedersi e a concentrarsi solo ed esclusivamente sui loro obiettivi principali al fine di trovare i giusti mezzi per raggiungerli. Alcune domande fondamentali che dovrete porvi saranno:

– Quali sono i miei obiettivi?
– Sto facendo abbastanza per la mia attività?
– Sto lavorando nel modo giusto?
– Cosa posso fare per ottenere più utenti e visibilità sul mio sito?

Ottimizzarsi suoi vari Social

Il seo dev’essere affiancato anche da una strategie di social media marketing, perché Google potrebbe iniziare ad identificare i cosi detti segnali sociali. Le piattaforme multicanale più diffuse comprendono:

– Facebook
– Twitter
– LinkedIn
– Email
– Offline, come ad esempio gli annunci radio e TV

Scegliere un dominio efficace per il posizionamento

La scelta di un buon dominio sarà indispensabile per tutto il vostro business. Non dovrete essere frettolosi, dovrete pensarci bene poiché questo sarà un passaggio importante e decisivo e bisognerà valutare tutti i vari pro e contro tra i vari nomi liberi sul mercato.

Se ad esempio inserirete alcune parole chiave direttamente nel nome del vostro dominio, il vostro posizionamento tra i motori di ricerca sarà più efficace.

Ottimizzazione: l’utilizzo dei Meta Tag e Meta descriptions

I meta tag non sono altro che delle informazioni (che non compaiono all’interno del sito) ma servono semplicemente a rilasciare maggiori informazioni al motore di ricerca al fine di indicizzarci al meglio sul web.

La meta descriptions invece, non è altro che una descrizione (di circa 150 caratteri) del sito che sarà visualizzata in anteprima nella serp di Google nel momento in cui un utente vi ricercherà, aiuta ad avere un buon tasso di click.

Utilizza anche una buona classificazione dei contenuti sfruttando i tag h1 (le intestazioni).

I siti mobile

La vostra ottimizzazione dovrà estendersi e concentrarsi non solo su desktop ma anche sulla telefonia mobile, sui tablet e altri media. I tablet ad esempio, sono i dispositivi maggiormente utilizzati in questo periodo, poiché sono leggeri, silenziosi e facili da usare. Non sono utilizzati semplicemente per l’ascolto di musica o la visione di video su Youtube, ma anche per leggere e-mail, notizie e ricercare informazioni e pagine web.

E’ importante avere una presenza mobile, il motivo? Come primo fattore da pochissimo è un fattore di ranking per Google, ma quante volte vi sarà capitato di ricercare attraverso il vostro cellulare degli hotel, dei ristoranti o fare qualsiasi tipo di ricerca?

2 alternative 

Il Responsive Design: con esso, da qualsiasi tipo di dispositivo sarà visualizzato il vostro sito con un layout si adatterà perfettamente alle dimensioni dello schermo.

Dynamic Serving: avremo un’unica url sulla quale saranno caricati i contenuti per il nostro sito mobile con il vantaggio che il server sarà in grado di intuire il tipo di device che l’utente sta utilizzando al fine di erogare il giusto template.

Se avete deciso di utilizzare il web per promuovere la vostra attività, per generare profitti online, per guadagnare con un blog, dovrete tenere il SEO sempre in prima linea al fine di ottenere dei risultati efficaci. Una maggiore visibilità e ottimizzazione non farà altro che incrementare sempre di più la vostra notorietà e i vostri guadagni.

Articolo redatto da Lorenzo De Santis

 

Rispondi